forno-a-microonde

I VANTAGGI DELLA COTTURA A MICROONDE

Rispetto alla cottura tradizionale, la cottura veloce del forno a microonde permette di ridurre la perdita di sali minerali e vitamine presenti negli alimenti, e quindi di mantenere inalterate le proprietà nutritive. Non c'è bisogno di aggiungere, se non in quantità veramente minime, condimenti grassi, come burro e olio, perché sono sufficienti quelli presenti naturalmente nei cibi. I recipienti, infatti, non vengono riscaldati dalle onde elettromagnetiche per cui il cibo non rischia di attaccarsi.

Il forno a microonde consente di sporcare meno e di utilizzare il medesimo recipiente per la cottura e la presentazione in tavola.

I tempi di cottura possono diminuire anche del 50-70% rispetto ai sistemi tradizionali, caratteristica che consente di risparmiare tempo e determina un notevole risparmio energetico. Anche la facile pulizia rientra fra i vantaggi del forno a microonde: a fine cottura basta passare una spugnetta umida per eliminare gli schizzi di grasso, o un panno asciutto per asciugare la condensa che si sarà formata all'interno del forno. Gli alimenti surgelati si scongelano in pochi minuti.

Forni a cottura combinata

In commercio sono disponibili molti modelli di forno a microonde, adatti a soddisfare gusti ed esigenze diversi. In genere i livelli di potenza variano tra 600 e 1000 watt, con capacità compresa fra 15/37 litri. Nei modelli 'combinati' di ultima generazione, sono disponibili due sistemi di cottura: il forno a microonde e il forno ventilato. In base alla ricetta e agli alimenti da cuocere si può scegliere se utillizzare un sistema singolarmente o se abbinarli tra loro. È ormai di serie la funzione grill, che consente di ottenere gratinature e dorature perfette. A seconda dei modelli, i forni dispongono di diversi programmi di cottura e di alcune funzioni speciali, come 'defrost' per scongelare, funzione 'scaldavivande', programmi di cottura pre-impostati e possibilità di cottura in sequenza.