olio-extravergine-di-oliva

Quale olio acquistare?

Al momento dell'acquisto è meglio preferire oli confezionati in bottiglie scure o ricoperte di carta dorata adatte a proteggere l'olio dalle alterazioni provocate da una esposizione eccessiva alla luce.
Dallo scaffale è consigliabile prelevare le bottilglie che non siano state vicino a fonti di calore, come luci o faretti, capaci di rovinare la qualità dell'olio contenuto.

E' molto importante anche un'attenta lettura dell'etichetta, facendo attenzione alla zona di produzione, all'origine delle olive utilizzate e ai metodi di lavorazione.
Tra i dati essenziali non dovranno mancare l'identità del produttore e tutte le informazioni utili al suo reperimento, la quantità contenuta, la data di confezionamento e quella di scadenza (che dovrebbe rientrare nei 24 mesi dal confezionamento).

Per quanto riguarda l'olio extravergine, sull'etichetta dovrebbe essere riportato anche il valore dell'acidità libera, che se inferiore allo 0,3%, rappresenterà un ottimo livello qualitativo.
Se un olio è stato riconosciuto dalla CEE come prodotto a DOP (Denominazione di Origine Protetta) o a IGP (Indicazione Geografica Protetta) riporterà sull'etichetta i dati relativi alla zona e alle modalità di produzione.