olio-extravergine-di-oliva

Comprendere le differenze

  • extravergine: olio d'oliva vergine la cui acidità libera espressa in acido oleico non può eccedere 1g per 100g, del tutto privo di difetti all'assaggio, e rispondente ai parametri chimico-fisici definiti da apposite normative internazionali.
  • vergine: olio d'oliva vergine la cui acidità libera espressa in acido oleico non può eccedere 2g per 100g, che sia stato sottoposto al solo procedimento estrattivo fisico-meccanico, senza impiego di solventi chimici, e che non sia stato miscelato con oli di altra natura.
  • vergine lampante: sono oli che necessitano di un trattamento di raffinazione, prima del consumo, per abbassarne i livelli di acidità e per eliminare le componenti aromatiche e di colore sgradevoli, senza alterarne la struttura chimica.
  • olio di oliva raffinato: viene inteso un olio che si ottiene dalla raffinazione di oli d'oliva vergini, la cui acidità massima (espressa in acido oleico) è di 0,5 g per 100 g.
  • olio d'oliva: è il prodotto ottenuto da una miscela di olio d'oliva raffinato e di oli d'oliva vergini diversi dall'olio lampante, con acidità massima di 1,5 g per 100 g.