informazioni-nutrizionali

I MINERALI

I minerali e il cibo: mangiare bene per essere sani

Recenti studi medici hanno attribuito ai minerali presenti negli alimenti un ruolo importante, determinante per il corretto funzionamento dell'organismo. Sono circa un centinaio i minerali contenuti nei cibi comunemente assunti e la metà di questi è ritenuta indispensabile per mantenere uno stato di salute ottimale. Presenti nel sangue, nei tessuti, negli organi e nei liquidi corporei, i minerali prendono parte a diversi processi enzimatici.

In alcuni casi svolgono il ruolo di struttura portante per molti enzimi e composti chimici; in altri partecipano alla regolazione di diverse funzioni fisiologiche, come ad esempio il trasporto di ossigeno alle cellule, la contrazione muscolare e il funzionamento del sistema nervoso. Sebbene i minerali rappresentino solo il 4% del peso corporeo totale è molto importante conoscere quali siano le funzioni svolte e agevolate dalla presenza degli elementi specifici ed è utile sapere in quali alimenti siano reperibili.

Macrominerali, microminerali e oligoelementi

I minerali sono divisi in tre gruppi fondamentali, a seconda del fabbisogno giornaliero: macrominerali, microminerali e oligoelementi.

Minerali minori

Recenti studi scientifici hanno ampliato la conoscenza dei minerali osservando in particolare le funzioni correlate alla salute dell'organismo umano. Tra i vari minerali presi in considerazione alcuni, presenti negli alimenti come nell'aria, vengono studiati prevalentemente per il loro elevato tasso di tossicità.

Gli elementi tollerati dall'organismo solo se presenti in minime quantità sono, tra gli altri: cadmio (Cd), mercurio (Hg), bario (Ba), alluminio (Al), elementi radioattivi, litio (Li), berillio (Be), argento (Ag), oro (Au), antimonio (Sb). La ricerca medico-scientifica sta cercando di stabilire quali siano i livelli massimi di tolleranza nei confronti di queste sostanze, limiti che, se fossero superati, potrebbero rappresentare una minaccia per la salute dell'uomo.